«Vorremmo attivare una comunità provvisoria di giovani creativi. Il nostro obiettivo sarà unico: essere curatori del racconto di vita del quartiere insieme agli abitanti. Un progetto creativo che punta alla riappropriazione dei vuoti urbani e degli spazi pubblici inusuali tramite una vera e propria invasione creativa».
Questa è stata la prima azione ideata e promossa come Invasioni Creative nel 2018. Un weekend di "ricreazione urbana" tra passeggiate urbane (Jogging Fotografico), giochi di esplorazione tramite Smartphone (WhatsExploration), laboratori di narrazione per le scuole (La città che vorrei) e la performance-evento del volo della mongolfiera con oltre cinquecento persone coinvolte di tutte le età nel quartiere Aurora di Udine, definito da alcuni "il Piccolo Bronx".
"Ci sono molte cose in un luogo della città. Il desiderio è quello di fotografare il resto. Ciò che succede quando non succede niente, se non il tempo, le persone, le macchine e le nuvole" 
(Perec)

Grazie a questa prima esperienza abbiamo compreso gli ingredienti di questo progetto: esperienze relazionali, creazioni multimediali, coinvolgimento di comunità locali promuovendo la narrazione, la partecipazione attiva e l'inclusione sociale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

Back to Top